I 33 Pensieri di Lucifero

I pensieri di Lucifero sulla religione.

1. Nessun buon Padre riempirebbe la strada del figlio di pericoli, tentazioni e sofferenze al solo scopo di metterlo costantemente alla prova. Questo non sarebbe amore ma perversione.

2. Amare significa desiderare l’altrui felicita senza chiedere nulla in cambio. Chi vuole essere adorato non è colui che ama ma colui che è senza amore.

3. Cercate di essere premiati in questa vita perché quando questa avrà avuto termine voi non sarete più. Se non esisterete non potrete godere di alcun premio. Se invece sarete spirito divino, non avrete bisogno di premio alcuno.

4. Nessun essere vivente vi potrà mai dire cosa vi è dopo in quanto nessun essere vivente può tornare alla vita dopo la morte. Nessun essere divino, esistendo, potrebbe dirvi cosa vi è dopo in quanto nessun essere divino, esistendo potrebbe sperimentare la morte.

5. Nessun Padre, vedendo i propri figli in difficoltà salverebbe solo i figli che gli sono più devoti condannando gli altri. Chi è stato Padre capisce questo.

6. Si ricordi l’uomo che , qualora esistesse una divinità creatrice del tutto, egli non avrebbe nulla da rimproverarsi né di cui preoccuparsi in quanto i suoi errori sarebbero, in realtà, gli errori della divinità creatrice. Al tempo stesso si ricordi l’uomo di essere stato creato, ma solo come lo furono semi da macina.

7. Il tiranno vede tutti i vostri errori e ve ne chiede conto. Il tiranno vi impone delle leggi arbitrarie con la minaccia di una punizione terribile. Il tiranno vi ricompensa con la promessa di un premio che non vedrete in vita.

8. Il Padre amorevole vi aiuta nelle difficoltà della vita. Il Padre amorevole non vi punisce ma vi insegna. Il Padre amorevole vede i vostri errori, vi coregge e vi perdona. Il Padre amorevole vi premia in vita affinché possiate godere.

9. L’incapace nella vista non crede a ciò che ha veduto. L’incapace nella mente crede a ciò che nessuno ha veduto mai.

10. Chiedete ad un credente perché crede. Vi risponderà che crede perché sa. Chiedete ad un credente che cosa sa. Vi risponderà che sa ciò che gli hanno insegnato. Chiedete ad un credente cosa gli hanno insegnato. Vi risponderà che gli hanno insegnato a credere.

11. Si ricordi l’uomo che se un essere sovrannaturale, con tutti i poteri in suo possesso, avesse creato tutto quanto esiste, lo avrebbe fatto senza errori, brutture e deformità. Errori, brutture e deformità sono frutto della casualità che, per ovvia definizione, è madre di ogni cosa.

Pensieri di Lucifero sul futuro dell’umanità

1. Quando l’uomo cercherà le proprie origini nella storia del suo tempo, si troverà davanti un muro altissimo ….. ma nessun creatore nei cieli.

2. L’uomo ed ogni forma di vita di latte su questo pianeta, nei primi giorni di vita embrionale, sono identici come fossero fratelli. Delfini come scimmie, uomini come lupi e così di seguito. Questo ne dimostra la loro comune origine.

3. L’uomo sappia di una sua doppia origine perché la parte cresciuta nell’acqua si è un tempo sposata con la parte venuta dalle stelle.

4. Verrà un giorno in cui l’uomo moderno si chiederà come facesse l’uomo antico a produrre opere e manufatti che al tempo attuale dell’uomo moderno non saprebbe produrre. Quando l’uomo moderno imparerà a guardare in cielo solo per scrutare tra le stelle, anziché cercarvi divinità sospese, allora troverà le risposte agli antichi quesiti.

5. L’uomo è consapevole di avere capacità che definirebbe divine ma non si adopera per imparare a dominarle. Preferisce piuttosto definire “dèi” chi, spesso inconsapevolmente, ne domina una piccola parte.

6. Col passare dei millenni l’uomo arriverà ad umiliare se stesso imbrogliando e credendo nei propri imbrogli.

7. L’uomo possiede in sé enormi capacità che ha dimenticate. Domani otterrà meno e con maggiore fatica. Solo tornando agli inizi vivrà il vero progresso, solo tornando indietro andrà avanti.

8. Tu puoi cambiare il corso delle cose. Desidera fortemente ma solo con sentimento perché ciò che desideri ti sarà ritornato.

9. L’emozione è l’unione tra pensiero e sentimento. E la forza che muove la montagna.

10. Ogni minimo soffio di vento può svanire o annunciare tempesta. In ogni caso il corso delle cose sarà mutato.

11. Verrà un giorno in cui l’essere umano saprà creare la vita e volare tra le stelle. Non diverrà un dio, resterà comunque uomo.

Sulla vita.

1. La vita è un gioco, un dono casuale. nessuno riceve la vita come premio in quanto, prima di venire alla vita, nessuno era.

2. La vita, in natura, segue leggi che noi possiamo giudicare crudeli ma che sono utili alla continuazione della vita stessa. Colui che è crudele non pecca contro la vita ma solo contro le regole della sua specie o del suo gruppo.

3. Il corso della vita di ogni essere vivente sulla Terra è un viaggio che dura una frazione di attimo contro l’immensità del tempo eterno. Non darle importanza è un spreco! Darle troppa importanza è un assurdo!

4. L’ unico dovere dell’essere vivente, in questo suo brevissimo viaggio che è la vita, è di portare rispetto verso gli altri esseri viventi, suoi compagni nel medesimo viaggio.

5. Fatte vi valere mentre portate rispetto. Solo così verrete rispettati e considerati valenti.

6. La rinuncia ai piaceri equivale al dare troppa importanza ai dispiaceri. Il savio cerca di rendere il proprio viaggio il più piacevole possibile. Lo stolto cerca solo la serenità nella rinuncia e nella tristezza e non riuscirà a godersi li viaggio.

7. Chiedete al un altro più di quanto siete disposti a dare solo se siete disposti a considerare l’altro superiore a voi stessi.

8. Ciò che si compra in vita si paga in vita. Ciò che si vende in vita si riscuote in vita.

9. Solo una è la retta via: aiuta chi ha necessità e premia chi ha merito. Tutto il resto è imbroglio.

10. Guarisci te stesso prima di guarire gli altri. Ma solo guarendo gli altri guarisci te stesso.

11. Se guardi lontano non vedrai le cose che ti stano vicino ma, di contro, se guardi vicino le cose lontane accadranno senza che tu te ne accorga.

Tratto dal libro di Giuseppe Barbaglio “I 33 pensieri di Lucifero”

Ahsife Oscura