MAGIA SESSUALE: COS’E’ E COME SI USA

COS’E’ LA MAGIA SESSUALE

Uno dei miti più diffusi tra i profani e non, è quello di credere che l’ambiente esoterico sia solo un covo di pervertiti a caccia di sesso facile; come in ogni settore umano, soggetti che tentano di approfittarsi dell’ingenuità degli altri, esistono anche nel mondo della Magia, ma fortunatamente è dimostrabile come la sessualità sia meno “traviata” nella sfera esoterica che non magari in ambienti domestici.
La pratica sessuale usata in Magia non ha nulla di “sporco” o di volgare, bensì viene utilizzata la “perversione” al fine di entrare in una condizione mentale e fisica che agevoli lo spigionamento delle proprie facoltà energetiche/magiche.
Non c’è quindi da sorprendersi se si leggerà di pratiche più “fantasiose” rispetto alla classica missionaria. Ciò non esclude però che il sesso rituale debba per forza essere estremo; la cosa importante è la predisposizione psicologica ed è innegabile che creare contesti più eccitanti e non banali possa accentuare notevolmente la sua buona riuscita.
Per quanto certe tecniche occulte siano da praticare alla lettera o comunque abbiano delle basi e regole universali, ognuno ha un modo diverso per eccitarsi (e non solo a livello fisico) e dei gusti sessuali differenti: quindi ciò che può essere eccitante per uno, può portare al calo assoluto di un altro – per questo è assolutamente fondamentale che nel sesso rituale di coppia ci sia una certa complicità e che se ne parli in anticipo per poter raggiungere insieme il massimo del piacere.
C’è da specificare che la Magia Sessuale oltre ad essere praticata in coppia, può essere praticata anche attraverso la singola masturbazione e si può ottenere ugualmente un ottimo risultato.
Inoltre c’è da fare una distinzione molto importante: il normale “sesso per piacere” e il sesso rituale sono due cose completamente diverse e come tali vanno separate. Con questo voglio dire che usare l’Energia Sessuale a scopi rituali non è una cosa applicabile con chiunque, compagno o marito compresi – se non previa preparazione: ciò significa che non è poi così assurdo vivere la propria intimità con la persona amata ed usare invece la Magia Sessuale con un degno compagno consapevole di ciò che deve fare.
In realtà però la Magia Sessuale di coppia si può praticare anche con un partner inconsapevole, ma equivalerebbe alla pratica della masturbazione – con il rischio però di perdere la concentrazione o non riuscire a seguire determinati principi basilari di tale Magia.
Per questo quindi è caldamente consigliata la pratica con un partner adeguato ed esperto, soprattutto quando si tratta di scegliere un compagno di sesso maschile, poiché ha un ruolo più dominante rispetto alla donna.
Sia chiaro che questo non è affatto un invito al tradimento del proprio partner o coniuge, il sesso rituale non è e non deve mai essere una scusante per infrangere i principi base di una relazione sentimentale.
Ciò che differenzia il comune atto sessuale dal sesso rituale è che dove il primo ha come unica meta il piacere ed infine l’orgasmo, il secondo ha obbiettivi ben più ambiziosi e decisamente più complessi (nonostante certi punti femminili siano sconosciuti all’uomo): creare Magia mediante l’energia orgasmica.

Una cosa che molto spesso viene confusa, è credere che la Magia Rossa e la Magia Sessuale siano la stessa cosa. Premettendo che la Magia non ha colore (ma è utile per dividerla per scopo), la prima menzionata è perlopiù una serie di tecniche atte a favorire l’amore, la passione, il sentimento, l’attrazione fisica – e non è rigidamente prevista la pratica sessuale per ottenere risultati; la seconda invece si fonda su pratiche sessuali ben definite che poi si possono affinare ed eventualmente adattare a sé (nel limite del possibile, perché c’è poco da improvvisare, le basi sono decisamente poco flessibili) e non ha nessun limite o “vincolo”, ossia si può attingere all’energia che si crea e indirizzarla verso QUALSIASI obbiettivo – che sia un’Operazione della cosiddetta Magia Bianca, fino anche alle Arti Nere quali malefici e rituali di distruzione.
La Magia Sessuale dalla quale si Crea Energia, può essere dunque definita come la più alta, potente, ampia ed inesauribile (e anche più complessa) forma di Potenza.

Ovviamente la Magia Sexualis – come ogni forma di Magia – ha dei parametri specifici da rispettare affinché la pratica sia il più possibile efficace; a differenza delle altre tecniche magiche, questo tipo di Magia è molto meno “interpretabile” o per meglio dire, meno flessibile ai cambiamenti personali in quanto chi ne fa uso deve tenere conto di una serie di accorgimenti tecnici che in caso di mancata attenzione potrebbero causare il fallimento totale dell’atto. Proprio per questo c’è una sostanziale differenza con il sesso comune, poiché la normale pratica sessuale prevede il completo abbandono dei sensi, mentre nel sesso rituale la concentrazione verso l’obbiettivo deve rimanere ben salda e in alcuni casi addirittura è previsto il più intenso e lungo vuoto mentale; non è ammissibile neanche un errore, poiché anche il più minimo potrebbere compromettere l’intera Operazione. E’ per questo difatti che è preferibile Operare solo una volta maturata una certa esperienza non solo di visualizzazione (che è alla base della pratica magica generale) ma anche della canalizzazione delle energie oltre all’applicazione rigida dei principi della Magia Sessuale; a parte la resistenza fisica, questo tipo di Magia ha come epicentro la massima concentrazione e resistenza mentale.
C’è da dire anche però che la Magia Sessuale così come ve l’ho descritta è forse la sua Forma più rigida ma anche più potente: ciò non toglie che si possa praticare tale Magia anche in maniera più semplice e meno quadrata, consapevoli però di non ottenere gli stessi risultati – o comunque in tempi più lunghi.
Come è naturale, specialmente all’inizio, seguire “le regole basilari” aiuta a comprendere lentamente il suo funzionamento, che poi si può espandere in modo più soggettivo una volta accumulata la giusta quantità di esperienza in merito.

Ovviamente il sesso rituale non è una pratica dedita alla procreazione, nonostante il Seme maschile sia di fondamentale importanza all’interno della Coppa femminile. Inutile dire che precauzioni come il profilattico sono sconsigliate per questa pratica, perché lo sperma ha un obbiettivo culminante a contatto con il liquido femminile e non solo. E’ consigliato quindi prendere precauzioni differenti, più “interne” come ad esempio la pillola anticoncezionale onde evitare gravidanze indesiderate; ricordate sempre di informarvi sulla salute sessuale del vostro partner prima di praticare Magia Sessuale, per evitare malattie sessualmente trasmissibili.

Quanto detto è solo una prefazione, una premessa di ciò che andremo ad osservare nei prossimi articoli. Gradualmente verranno esaminati in maniera più approfondita i principi base della Magia Sessuale, tempi, posizioni sessuali e allineamento stellare e terrestre idonei, nonché esercizi pratici e molto altro.

PRATICA BASE

La pratica della Magia Sessuale si divide essenzialmente su due livelli:
1) ELOMORFISMO: è la via monomitraica dell’Iniziando alle Arti Magiche; l’Operatore non ha ancora piena coscienza né diretto dominio sulle forme pensiero da lui stesso immaginate, per cui può operare nel Mistero Sessuale esclusivamente come veicolatore attivo dell’istante coitale.
2) PIROMORFISMO: livello accessibile all’Iniziato che padroneggia come obbedienti alla sua volontà le forme da lui stesso create sul piano immaginativo, così che la Forza Dvina dell’Eros potrà essere interamente usata dal Magista conformemente alla propria Volontà Iniziatica.
La via Elomorfica quindi deve essere la sola seguita dal profano dall’Iniziando che ancora non ha saldo dominio sulle proprie forme pensiero; mentre la via Piromorfica è la via diretta della manipolazione magica (o trasformazione creativa) della Potenza che regge l’intero Universo – e tale via è esclusiva dell’Iniziato esperto.

Come già accennato nello scorso articolo, la Magia Sessuale si basa sull’utilizzo dell’Energia che viene attivata dall’Uomo e dalla Donna durante l’orgasmo.
L’Azione Sessuale come forma di Magia può essere facilmente riassunta attraverso la simbologia dei quattro semi dei Tarocchi:
Bastoni – indica il Fallo in Stato di Potenza (erezione). [spesso indicato dalla bacchetta]
Coppe – indica la Vagina pronta per essere riempita.
Spade – indica l’azione del bastone sulla coppa (copula)
Denari – indica la Creazione Materiale (coagulazione della Volontà Fallica).
Questo Quaternario Mistero è il segreto del coito sacro di primo grado, cioè come fa coagulare una scintilla di pura Volontà grazie all’Eros.

La regola principale della Via Elomorfica è di stabilire una tecnica di ripresa lucida della volontà al momento dell’orgasmo: questo permette di plasmare (o meglio, fissare) tutta la sua energia e forza. Ciò significa imparare a “non distrarsi”, a non lasciare andare il proprio obbiettivo al momento culminante, bensì saperlo fermare. Questo è il primo fondamentale principio della Magia Sexualis.

Facciamo un esempio pratico:
Se decido di usare la Magia Sessuale per raggiungere un tale scopo, mi metterò in Stato di Potenza (erezione per gli uomini, forte lubrificazione per le donne) utilizzando qualsiasi metodo permetta l’eccitazione: che sia visualizzare mentalmente le proprie fantasie sessuali, osservare immagini/video espliciti etc. La cosa importante è che lo stimolo sia abbastanza potente da farvi arrivare all’orgasmo; quando sentite che state per venire, dovrete IMMEDIATAMENTE rimuovere dalla vostra mente le immagini-stimolo e sostituirle subito con il pensiero fermo che rappresenta il vostro obbiettivo e con tutta la vostra forza di volontà, “evocarlo”. E’ proprio con questo rapido cambio di pensiero che si intende “ripresa lucida della volontà”. Man mano che proverete vi renderete conto di quanto in quei momenti sia difficile mantenere quella lucidità!
E’ possibile anche vibrare durante l’orgasmo quelle che possono essere delle “parole di potere”, ossia una frase (ovviamente non troppo lunga) che rappresenti verbalmente il proprio intento. Questo può essere più complesso da attuare per una persona alle prime armi con la Magia Sessuale, la gestione degli impulsi non è affatto semplice.
In secondo luogo, l’uomo potrà praticare anche in un altro modo, dopo l’orgasmo:
– L’essenza-sperma emessa deve ora poter agire nei piani macrocosmico e microcosmico, quindi circa la metà del liquido dovrà essere lasciata essiccare e poi bruciata come un incenso.
– L’altra metà del liquido invece (so che può essere poco piacevole ma è così) andrà ingerita.
Nello stesso giorno o nei successivi (in base ai vostri tempi di ripresa fisici) si potrà proiettare l’intero liquido (quindi con un nuovo orgasmo) direttamente su immagini e/o eventuali sigilli per potenziare il vostro rituale.
Questa duplice pratica ha lo scopo unico di solvere nei due piani solare e lunare il nucleo dinamico-attivo del vostro pensiero e poi di fissarne la potenza sul materiale (ossia le immagini o sigilli che si andranno a ricoprire di sperma).

Per la donna la procedura è naturalmente differente:
Durante la masturbazione la Coppa Magica (vagina) si prepara a ricevere il membro maschile producendo più o meno secrezioni (che cambiano man mano che ci si avvicina all’orgasmo) e più sarà ferma la sua volontà verso il proprio obbiettivo, più la Coppa si caricherà di una forza astrale passiva che calamiterà potentemente il suo bersaglio.
Ciò che la donna dovrà fare durante l’atto di masturbazione sarà ricreare mentalmente il suo obbiettivo, il più dettagliatamente possibile cercando di evocare in lei non solo il pensiero ma anche suoni, profumi e tutte le sensazioni fisiche necessarie per perfezionare il suo desiderio.
Molto importanti sono tempi e posizioni (specialmente per la donna): dovrà praticare SOLO quando ne avrà voglia (a differenza dell’uomo che ha anche dei tempi ben precisi) e dovrà operare con la testa a Sud e i piedi a Nord (questo per una questione di allineamento esoterico-magnetico della crosta terrestre).

Ovviamente la pratica sopra citata è da operare individualmente ed è inerente alla Via Elomorfica. Nei prossimi articoli parlerò di alcune tecniche di coppia.

Ahsife Oscura