RITUALI DI PROTEZIONE

(Rituale di protezione)

In silenzio chiudete gli occhi e immaginate una grande quantità di energia che cresce dentro di voi. Respirate lentamente lasciando andare ogni pensiero diverso dai vostri obbiettivi.
Ora guardando verso l’altare (che sarà ad Est) prendete il vostro Athame e formate un pentacolo nell’aria ed immaginate una luce che emerge da voi stessi. Dite:

“Dalla luce di Lucifero, nato dal mio desiderio di raggiungerlo, aprite le porte della morte e proteggete il mio spirito e la mia carne.”

Toccatevi la fronte e vibrate per 3 volte “ATHE“. Guardando a Nord disegnate un pentacolo nell’aria con il vostro Athame visualizzando la tomba della Terra che si apre e vi circonda proteggendovi da ogni pericolo esterno. Dite:

“Dalla luce di Azazel che ha donato la Conoscenza del Serpente all’uomo e alla donna, assistimi nella protezione della Stirpe del Sangue delle Streghe!”

Toccatevi i genitali e vibrate “MALKUTH“.
Ora rivolti ad ovest disegnate un pentacolo nell’aria ed immaginate che l’acqua vi circondi formando grandi tempeste di serpenti che divorano i vostri nemici. Dite:

“Chiamando Shemyaza, possa la Conoscenza Arcana ed ogni protezione essere rivelata. Dal Desiderio le mie tante Forme passino dalla Tomba della Vita.”

Toccandovi la spalla destra dite:

“VE-GEBURAH (seguito dalla parola POTERE)”.
Toccando la spalla sinistra dire:
“VE-GEDULAH (GLORIA)”.

A Sud fare il segno del pentacolo e dire:

“BARAQIJAL, permetti alle stelle di allinearsi per la mia protezione eterna. Che la morte ascolti la mia chiamata!”

Ora di fronte all’altare dire:

“Davanti a me Lucifero, dietro di me Satana, alla mia destra Belial, a sinistra Leviathan. Su di me le fiamme del pentacolo e nella colonna i sette raggi della Stella di Babalon!”

Chiudere il rituale.

(M. Ford – Traduzione di Ahsife Oscura)

 

Per allontanare una persona nemica

Questa pratica si esegue per allontanare una persona, specialmente quando questo individuo si teme
possa arrecarci un danno, ma anche se semplicemente si desidera fare sparire dalla propria vita
qualcuno.
Si opererà in un venerdì di luna calante, possibilmente verso mezzanotte o comunque in orario
notturno. Procurarsi questi lementi:
un pezzo di creta modellabile
polvere Assafetida
polvere Sumiço
pimenta da Costa
erba dell’andata
polvere dudu (axé de santo)
candela nera
pemba nera

Impastare nella creta le polveri, l’erba dell’andata, la pimenta da costa ed eventuali testimoni della
persona che si desidera allontanare (unghie, capelli, saliva…). Plasmare una statuetta che rappresenti
questa persona ed in corrispondenza del viso, se si possiede, si metta una sua foto, qualora non si
possieda si inserisca comunque all’interno della statuetta un foglietto con su scritto il nome completo.
Appoggiare il manufatto davanti all’immagine di Maria Padilha, se si possiede, altrimenti lo si appoggi al
suolo, su un ponto riscado di Maria Padilha tracciato a terra con pemba nera, dietro alla porta di casa.
Accendere la candela e dire:”Maria Padilha ti chiedo di allontanare dalla mia vita (nome completo della
persona), fallo sparire, toglilo dal mio cammino per sempre…”. Aggiungere eventualmente altre
richieste e promettere all’entità un ebò a risultato ottenuto. Lasciare il pupazzo di argilla tutta la notte
illuminato dalla candela. La notte successiva recarsi ad un incrocio a T e scagliare al suolo la statua di
creta, ormai secca, in modo che si frantumi. Allontanarsi dal luogo ed aspettare il risultato. Ottenuta
soddisfazione ringraziare immediatamente l’entità con un ebò.

 

CONTRO LE MALELINGUE

Occorrente:

Una busta bianca
un foglio bianco
una ciocca dei vostri capelli,
ceralacca (cartoleria ben fornita) rossa
una candela bianca
pennarello rosso indelebile
misto di erbe: rosmarino, ginepro in bacche, ortica, salvia tutte ridotte in polvere (se non hai l’ortica va bene lo stesso).

Accendete la candela dopo averla unta di olio essenziale di lavanda, disegna sul foglio una bocca chiusa su cui farai col pennarello indelebile, una bella X. Visualizza le bocche dei tuoi nemici che si placano e si chiudono. Aggiungi la tua ciocca di capelli, e il misto di erbe, dicendo:

“Bocche grandi come il forno
io vi ordino il silenzio!
Nella busta è sigillata
la tua (vostra) lingua biforcuta
e dal male sono preservata!!!
Ritorna indietro quello che tu fai
e al destino pagherai.
Così voglio, così è così sarà!”

 

Sigilla la busta facendo colare la ceralacca, incidendo la tua iniziale. Metti la busta vicino la candela e poi seppellisci la busta e i resti della candela, in un prato vino casa o in vaso del tuo balcone.

 

CONTROFATTURA

Occorrente:

Specchio rotondo circa 10cm;
vostro altare o tavolo

Purificate e consacrate il piccolo specchio, posatelo sull’altare, ed aprite il cerchio, riprendete lo specchio e stringetelo al cuore dicendo:

 

“Con queste strumento di luce e verità,
rimando indietro tutta la negatività, che è stata diretta a me.
Che ritorni al mittente, e che lui/lei possa essere smascherato.
Che lui/lei possa vedere, e tutti possano vedere,
la verità delle sue azioni e dei suoi pensieri.
Che la rabbia possa essere trasformata in pace,
la ferita in guarigione,
la confusione in chiarezza.
Lancio questo incantesimo per tre volte tre, e cosi sia.”

 

Tenete lo specchio sempre con voi, se l’energia negativa proviene da un collega di lavoro, posate lo specchio sulla vostra scrivania rivolto verso il nemico.

 

ALTRA CONTRO FATTURA

Prendete 3 sassi bianchi (della grandezza di 1 uovo) e poneteli in una terrina con un uovo fresco , lasciandolo nel suo guscio. Aggiungete 11 chicchi di grano e 7 foglie di salvia, mezzo etto di sale grosso e 2 tazze di acqua di rose (o qualsiasi altra acqua profumata)
Lasciate immerso il tutto coperto da un panno di cotone bianco – per circa 40 giorni .
Ogni tanto avvicinatevi, sollevate il panno bianco e ripetete:

 

“Chiunque sia che giace qui dentro, mi ascolti e mi aiuti a scacciare tutti i mali

che mi gravitano attorno”.

 

Poi, inchinandosi per tre volte in direzione del sole nascente, ricoprite col panno bianco.
Passati i 40 giorni, seppellire il tutto e attendete il risultato (da 1 g a 6 mesi).

 

TOGLIERE UNA FATTURA

Il simulacro o gli altri oggetti usati per dare vita ad una fattura si chiamano frutti.
Quando vengono trovati, debbono essere neutralizzati per poter togliere la fattura.
Con la neutralizzazione si interrompe il contatto tra il frutto e l’operatore; la materia neutralizzata viene completamente ripulita da tutte le impregnazioni e rimanenze psichiche che conteneva.
Quando i frutti vengono trovati, si devono rimuovere con molta cautela, molto meglio se lo fa una persona esperta.
L’errore più comune della gente è quello di bruciare gli oggetti ritrovati; è vero che il fuoco purifica, ma è anche vero che trasforma.
Quindi bruciare il frutto può essere un errore molto grave in quanto le energie vengono soltanto trasformate e, ricostituendosi, continuano ad agire su di un piano diverso. Inoltre distruggendo subito gli oggetti non si potrà mai sapere se questi erano veramente parte di un maleficio.
Gli oggetti devono prima essere esaminati da un esperto che, in caso di fattura, sceglierà il modo migliore per neutralizzarli.
Per eseguire una contro fattura bisogna compiere un particolare rituale, e solo chi possiede una certa conoscenza può effettuare l’operazione.
Un bravo operatore è in grado di neutralizzare anche a distanza il frutto di una fattura con una azione totalmente mentale.
Si individua l’oggetto, ci si concentra ed infine si compie il rito a distanza.
Esiste anche una neutralizzazione preventiva che si esegue specialmente quando si vogliono regalare fotografie.
L’azione serve a cancellare completamente dalla fotografia la carica psichica, di modo che diventi un ritratto neutro e togliendo così tutte le vibrazioni che permetterebbero ad eventuali fattucchieri di collegarsi con la persona ritratta.

 

L’esorcismo dell’occhio (del malocchio)

 

“SALTRAIM air an t-suil, Mar a shaltrais lach air luin, Mar a shaltrais eal air burn, Mar a shaltrais each air uir, Mar a shaltrais earc air iuc, Mar a shaltrais feachd nan dul, Mar a shaltrais

feachd nan dul.
Ta neart gaoith agam air, Ta neart fraoich agam air, Ta neart teine agam air, Ta neart torruinn agam air, Ta neart dealain agam air, Ta neart gaillinn agam air, Ta neart gile agam air, Ta neart greine agam air, Ta neart nan reul agam air, Ta neart nan speur agam air, Ta neart nan neamh Is nan ce agam air, Neart nan neamh Is nan ce agam air.
Trian air na clacha glasa dheth, Trian air na beanna casa dheth, Trian air na h-easa brasa dheth,
Trian air na liana maiseach dheth, ?S trian air a mhuir mhoir shalach, ?S i fein asair is fearr gu ghiulan, A mhuir mhor shalach, Asair is fearr gu ghiulan.
An ainm Tri nan Dul,

An ainm nan Tri Numh, An ainm nan uile Run, Agus nan Cursa comhla.
Io calpesto l’occhio
Come cammina l?anatra sul lago,
Come cammina il cigno sull?acqua.
Come cammina il cavallo sulla piana,
Come cammina la mucca sullo “iuc”,
Come cammina l?esercito degli elementi,
Come cammina l?esercito degli elementi.
Il potere del vento io ho su di esso,
Il potere della collera io ho su di esso,
Il potere del fuoco io ho su di esso,
Il potere del tuono io ho su di esso,
Il potere del fulmine io ho su di esso,
Il potere delle tempeste io ho su di esso,
Il potere della Luna io ho su di esso,
Il potere del Sole io ho su di esso,
Il potere delle stelle io ho su di esso,
Il potere del firmamento io ho su di esso,
Il potere dei cieli e dei mondi io ho su di esso,
Il potere dei cieli e dei mondi io ho su di esso,
Il potere dei cieli e dei mondi io ho su di esso,
Una porzione di esso sopra le grigie pietre,
Una porzione di esso sopra le ripide colline,
Una porzione di esso sopra le veloci cascate,
Una porzione di esso sopra i bei prati,
Ed una porzione sul grande mare salato.
Esso stesso è il migliore strumento per portarlo,
Il grande mare salato,
Il miglior strumento per portarlo.
Nel nome dei Tre della Vita,
Nel nome dei Sacri Tre,
Nel nome di tutti i Segreti
E dei Poteri assieme.”

 

CONTRO I NEMICI

3 parti di semi di aneto
2 parti di semi di cumino
1 parte di semi di lino
1 pugno di sale
1 sacchetto di stoffa rossa o bianca
1 candela rossa
1 cordino nero

Questo rito va fatto di sabato;
Orario di saturno,
Luna Calante.

Per prima cosa accendi la candela e disponi tutti gli ingredienti davanti a te.

Mentre la candela arde,introduci uno ad uno tutti gli oggetti nel sacchetto.Ad ognuno devi pronunciare uno scongiuro,cantare una canzone o recitare la tua preghiera preferita.

Una volta terminato di riempire il sacchetto, lascialo aperto finchè la candela si sarà consumata completamente.

Quindi chiudi il sacchetto con il cordino nero.

Porta sempre con te questo sacchetto protettivo.

 

PROTEZIONE DELLA CASA

Le erbe vanno caricate e incantate:
– 2 parti di maggiorana
– 1 parte radice angelica
– 1 parte semi aneto
– 1 parte chiodo di garofano
– 1 parte di sale grosso

– 1 sacchetto di stoffa bianca.

Mettere gli ingredienti uno alla volta nel sacchetto recitando una supplica per ciascuno. Chiudere il sacchetto e appenderlo prossimo ad una finestra o dietro alla porta principale di casa affinchè tenga lontano cattivi spiriti e influssi negativi dalla vostra casa.