Bael 1

Bael Descrizione Goetica

Bael è a il primo Demone elencato nella Pseudomonarchia demonum di Wierus. Secondo Wierus, Bael è il primo Re dell’Inferno con dimore nell’Est. Ha tre teste (una di rospo, una umana coronata e una di gatto), parla con una voce roca ma ben formata e comanda 66 legioni infernali. Bael insegna l’arte dell’invisibilità e istruisce i suoi seguaci nell’arte dell’inganno e dell’astuzia.

Baal, Demone di grande conoscenza, dona vigore alla verga degli operatori maschi, e infiamma la libido delle femmine.

Interpretazione di Bael in Goetia

“Bael e’ il primo Re dell’Inferno con dimore nell’Est.”

Già questa prima frase ci dice molto, infatti l’Est nella simbologia esoterica rappresenta l’Elemento Aria: tra tutti gli Elementi è quello più sottile in quanto invisibile, non può essere afferrata né trattenuta. L’aria è lo spazio intangibile che avvolge e permea l’intero Universo, l’invisibile che respiriamo, perciò è l’energia vitale senza la quale non ci sarebbe la vita. L’aria è il respiro vitale, il respiro cosmico. L’Elemento Aria è un simbolo sensibile della vita invisibile, in quanto tale è un Elemento purificatore. Rappresenta la linea di demarcazione tra la terra e il cielo, cioè il punto di contatto tra la spiritualità e la materia.

“Ha tre teste (una di rospo, una umana coronata e una di gatto)”:

Simbologia del gatto: simboleggia protezione, agilità, forza, indipendenza, capacità di vedere gli spiriti. Legati a: Freya, Artemide, Diana, Shakti, Bastet.

Simbologia della rana/rospo: simboleggiano energia femminile, protettivi dai malefici, acqua, fecondità, nuovi inizi. Legati a: Iside, Hator, Afrodite, Heket, Ahriman.

“Bael insegna l’arte dell’invisibilità e istruisce i suoi seguaci nell’arte dell’inganno e dell’astuzia.”

Per invisibilità si tende a pensare a qualcosa di fantastico, nella concezione comune di superpotere; la verità è che l’invisibilità magica si identifica nel concetto di “vedere senza essere visto” ossia il riuscire ad operare ritualmente nel più completo anonimato cosicché un Mago rivale non possa riconoscere l’artefice. È un concetto che ritroviamo inoltre in una delle leggi magiche, il Tacere.

L’inganno e l’astuzia, per quanto possano apparire come caratteristiche di un menzognere, rappresentano una grande dote fondamentale per un Mago, in quanto deve sapere come destreggiarsi nell’Arte Magica come nella Vita stessa per arrivare a raggiungere i propri obbiettivi, anche a discapito degli altri. Un Mago non tollera la debolezza quindi schiaccerà sotto i suoi piedi chiunque non sia alla sua altezza.

“Baal, demone d’amplissima conoscenza, dona vigore alla verga degli operatori maschi, e infiamma la libido delle femmine.”

È da ricordare che nell’antichità la sessualità oltre ad essere un piacere era una condizione importante per la sopravvivenza del genere umano (in senso generale) e per la propria stirpe; un uomo impotente o una donna “fredda” avrebbe causato un enorme problema per la continuazione della propria progenie. La discendenza era una cosa importantissima, una legge che superava qualsiasi altra legge etica o morale e gli uomini dell’epoca avrebbero fatto qualsiasi cosa pur di non vedere distruggere la propria linea di sangue.

Bael

Nome: L’Eretto
D/N: Diurno
Rango: Re
Legioni: 66 Legioni di Demoni
Data: 21-25 marzo
Pianeta: Sole
Colore: Giallo
Elemento: Fuoco
Incenso: Frankincenso
Metallo: Oro
Qliphot: Thagirion
Mantra: BAAL – IAGAT–CROOHOT
Altri nomi: BaalDavar, Baal-Peor, Baalberith, Baalsebul, Baalzephon, Baell, Balberith, Beal, Belberith, Elberith, Ba’al.

Bael 2
TORNA ALLA LISTA DEMONI / NOMI DEMONI
92 views